Ragazza stressata per i regali di Natale

Meno cene e regali, così batti lo stress da Natale

Lo stress da Natale va arginato riducendo l’obbligo di cene e regali a effetto e aiutando il cervello a superare alterazioni dell’umore e inadeguatezza.

 

Come sarà il tuo Natale? Un magico momento di serenità e relax da trascorrere con le persone che ami arricchito dalla sorpresa dei doni reciproci? Forse sì per i più piccoli. Gli adulti si sentono, nella maggior parte dei casi, sopraffatti dallo “stress da Natale” e dalle aspettative, del tutto inutili, di cui molti investono la Festa più importante dell’anno perdendo di vista i messaggi di pace, solidarietà, serenità e gioia che dovrebbe trasmettere.

Chi può sfugge dallo stress da Natale e parte la settimana prima. Ma chi non può evitare “stress da Natale“, che inizia già a novembre, il suggerimento è cambiare atteggiamento mentale e i comportamenti in vista degli impegni che la festa impone.
Prima di tutto sostituire i pranzi allargati, responsabili dello “stress da Natale” e le interminabili ore di cucina con un semplice dopopranzo, o dopocena, in cui gli invitati contribuiscono con dolci, panettoni, pandori, spumante, per meglio dedicarsi al piacere della conversazione e alla felicità dei più piccoli.

In seconda battuta: via dallo stress del regalo perfetto a tutti i costi! Non è più di moda e c’è la crisi. Quindi basta con la ricerca dell’oggetto a effetto che svuota i portafogli. Meglio orientarsi su piccole cose meno costose e utili subito, un libro, un buono acquisto e così via.
Ma cambiare le abitudini ed evitare lo “stress da Natale” implica condividerle e farle accettare a parenti e amici con anticipo. Ecco che è facile cadere vittime dello “stress da Natale” e sentirsi sopraffatti dalla spirale di obblighi in aggiunta agli impegni quotidiani con conseguenze sul tono dell’umore, difficoltà di concentrazione, senso di inadeguatezza. Che fare? Un’alimentazione, più leggera, ricca di frutta e verdura, può rifornire il cervello di nutrienti utili per facilitare il lavoro dell’intero organismo.
Ma anche un supporto mirato fornito da un integratore specifico per le alterazioni del tono dell’umore legato a eventi temporanei, come appunto lo “stress da Natale“. Fornire quindi al cervello la materia prima, utile a riequilibrare i livelli dei cosiddetti “neurotrasmettitori del buonumore”: dopamina, noradrenalina e serotonina. Un integratore, naturale e privo di effetti collaterali a base di SAMe (S-adenosil-L-metionina), acido folico e vitamina B12 in compresse orosolubili per facilitarne sia l’assunzione, sia l’assorbimento.